Err

Il tuo carrello : 0,00 €
dal 1989 la qualità nel centro di Bologna
Codice promozionale
Shop
Cerca Il tuo carrello
CONSIGLI ANCONETANO
120,00 €

Coltello da pescatori tipico di tutta la costa adriatica centrale. La sua particolarità è costituita dalla molla piatta fissata all'esterno, sul dorso del manico. All'estremità iniziale del manico stesso è presente un gradino dorsale, breve ma netto, utilizzato un tempo per rammagliare le reti da pesca. L’ Anconetano è un modello in punta di corno.
CONSIGLI ARBURESE
77,00 €


Arbus è, uno dei maggiori centri della zona mineraria del Sud-Ovest della Sardegna, noti anche per la loro produzione di coltelli.Tra questi vi sono vari modelli a lama panciuta, le cui caratteristiche si ritrovano nel modello di Consigli. Permangono le guance in corno bovino lucido, segno distintivo della provenienza scarperiese. 

CONSIGLI CALABRESE
145,00 €


Originario della Calabria, questo coltello dalla lama diritta e appuntita possiede però un manico nel più tipico stile di Scarperia, ha una guarnizione composta da due ghiere rotonde, similmente al Fiorentino, anche se più piccole. Si suppone sia avvenuta in passato una profonda rielaborazione dei coltelli tipici calabresi da parte degli artigiani di Scarperia che, come spesso è accaduto, hanno poi attinto ampiamente alla propria tradizione. Modello in punta di corno.
CONSIGLI GOBBO ABRUZZESE
120,00 €


Questo coltello dalla forma slanciata e dal manico curvo deriva da modelli antichi, usati dai pastori d'Abruzzo. La sua adozione nel repertorio dei coltelli fabbricati a Scarperia (dove la particolare piega del manico gli ha valso il nome di "gobbo") risale  alla fine dell'Ottocento ed è avvenutasenza modifiche appariscenti rispetto al tipo originario, dotato di molla semplice e di manico di corno bovino in un solo pezzo. Questo modello è in punta di corno.
CONSIGLI PIEMONTESE
95,00 €
Realizzato secondo l'antica arte coltellinaia, il coltello Piemontese, tipico della Regione Piemonte, conserva la sua originale linea sobria. 
Solido e funzionale, la lama è in acciaio inox ed il manico è un monoblocco realizzato in corno bovino.

CONSIGLI RASOLINO
145,00 €

Il nome di questo coltello deriva dalla forma della lama, che ricorda quella del rasoio. Ebbe diffusione in seguito alla legge Giolitti del 1908 che poneva limitazioni severissime al porto dei coltelli appuntiti e che favorì la produzione di vari modelli a punta tronca. Il rasolino si distingue per la leggera curvatura all'indietro della lama e per la forma del manico. Disponibile anche una versione con " tagliasigari ", in punta di corno come la versione normale.
CONSIGLI SENESE
128,00 €


Il nome indica chiaramente la zona d’ origine, ma questo coltello entrò a far parte della produzione di Scarperia forse già nell'Ottocento, subentrando a un modello più vecchio detto "a scimitarra"per la forma incavata del dorso della lama verso la punta. Il manico non ha guarnizioni metalliche, a parte le minuscole raperelle su cui sono ribattuti i tre perni, è assottigliato all'estremità, risultando cosi particolarmente leggero ed è realizzato in corno pieno.